Strumenti personali

La porta

Nominata in un atto d'epoca feudale come 'Porta Genova', è l’unica superstite delle due porte di accesso al Borgo, entrambe identificate ancora nel  1836. È una struttura in pietra a vista, con un ampio passaggio voltato, a tutto sesto, sormontato da una torretta con camminamento di guardia coperto da un tetto a due falde.
Sul fronte sud, tra le due finestre del camminamento è affrescato un grande stemma degli Spinola.
Nel passaggio, dove  sono ancora visibili le strutture di incardinamento del portone, ci sono una finestra e due aperture, una di fronte all’altra, due porte-finestre dalla caratteristica forma a 'L' rovesciata, tipica delle antiche botteghe, probabilmente qui utilizzate per esigere i pedaggi. Una è rialzata rispetto al livello stradale e accessibile da alcuni gradini di pietra. Dall’altra porta si accede ad un’abitazione, in apparenza della stessa epoca, oggetto di un recente restauro che ha completamente restituito la parte più antica. 


 

Azioni sul documento